» Salta il menu
» Visualizzazione predefinita

Interventi di lotta mirata alla zanzara “Ochlerotatus rusticus” nella frazione di Stagno. I primi cicli di trattamento si svolgeranno nei giorni 9 /10 /11 e 16 /17 /18 maggio

A fronte delle numerose segnalazioni pervenute dalla frazione di Stagno e di una verificata condizione anomala di presenza di zanzare, il Comune di Collesalvetti, pur avendo già attivato una profilassi antilarvale potenziata rispetto agli scorsi anni, ha proceduto in questi giorni a puntuali ed approfondite verifiche in loco con il supporto di apposite figure professionali specializzate in entomologia. Dalle verifiche di cui sopra è emersa una presenza eccezionale di zanzare della famiglia “Ochlerotatus rusticus”, una specie di zanzara particolarmente aggressiva nelle ore diurne presente sul litorale toscano che ha uno sviluppo peculiare: le larve si sviluppano infatti in uno specifico habitat rappresentato da pozze d’acqua temporanee che si formano grazie alle piogge autunnali invernali in particolare nelle pinete e zone limitrofe. La presenza di questa specie sta dunque interessando l’intero ambito costiero toscano, da Viareggio a Cecina, favorita dalla presenza di estese pinete. Le larve completano il proprio accrescimento nel mese di aprile quando iniziano a comparire i primi adulti. Nell'arco dello stesso periodo tutte le larve avranno completato lo sviluppo. Il livello di infestazione, come detto, è determinato dall'intensità delle piogge nel periodo autunno-invernale. Al momento nella nostra zona è stata registrata una sola generazione e questo ci consente di stimare che progressivamente nelle prossime settimane il fenomeno tenderà ad attenuarsi, fino a scomparire (si presume) del tutto verso la metà di giugno. In considerazione che siamo già in presenza di individui adulti, ed in funzione dell’eccezionalità della situazione è stato programmato un piano di lotta mirata alla zanzara “Ochlerotatus rusticus” basato su trattamenti adulticidi intensivi, che verranno effettuati con cadenza settimanale ad iniziare da questa settimana, da minimo n. 2 a massimo n. 4 cicli. Ogni ciclo d’intervento avrà una durata di 3 giorni e sarà eseguito nella fascia oraria notturna, dalle ore 23.00 alle ore 03.00. Dopo lo svolgimento del secondo ciclo di interventi si procederà alla verifica dell’efficacia dell’azione svolta. I primi cicli di trattamento si svolgeranno nei giorni 9 /10 /11 e 16 /17 /18 maggio. Verrà interessata l’intera frazione di Stagno. Saranno oggetto di intervento tutte le aree verdi adiacenti le viabilità comunali, parchi e giardini pubblici compreso quelli delle scuole, utilizzando insetticidi piretroidi a basso impatto ambientale (analoghi sintetici delle piretrine, costituenti naturali dei fiori di Piretro della Dalmazia, nome scientifico “Tanacetum cinerariifolium”), specifici e tali da non comportare interferenze per l’attività umana e per gli animali domestici. L’Amministrazione Comunale tuttavia suggerisce alcuni comportamenti da adottare a titolo cautelativo, a scanso di possibili reazioni allergiche o similari da parte di persone sensibili: 1. tenere porte e finestre chiuse durante le ore notturne delle notti interessate dal trattamento; 2. rimuovere la biancheria lasciata ad asciugare durante le ore notturne nelle notti interessate dal trattamento; 3. custodire eventuali animali domestici in locali chiusi durante il trattamento, nelle ore interessate; 4. non lasciare alimenti e bevande all’aperto; 5. rimuovere eventuali abbeveratoi degli animali domestici posti in ambienti esterni; 6. evitare il consumo di frutta e verdura provenienti dalla zona per almeno tre giorni e successivamente si consiglia un accurato lavaggio prima del loro consumo; 7. collaborare con la ditta incaricata da questa Amministrazione Comunale (Salvambiente Servizi di Sbrana Alessandro & C. SNC con sede a Cascina (PI) in Via Curtatone, 30), che eseguirà gli interventi transitando su tutta la pubblica viabilità di Stagno; Contestualmente e preventivamente sono in corso di intensificazione in tutto il territorio comunale le azioni di lotta antilarvale. A tal proposito cittadini e imprese sono invitati a collaborare adottando le indicazioni contenute nell'ordinanza n. 10 del 27/4/2018 avente per oggetto ”Interventi di lotta ai culicidi per l’anno 2018”, che prescrive le corrette procedure di gestione dei possibili ristagni di acqua che favoriscono la proliferazione delle larve.